La nostra Tabaski, pensando a chi è in Senegal – Mixità

Info06/08/2019La nostra Tabaski, pensando a chi è in Senegal

SHARE

La Tabaski, o festa del montone, che quest’anno si celebra dall’11 al 15 agosto, è la festa più grande per noi musulmani, importantissima per tutti noi che siamo nati e cresciuti in Africa, in particolare in Senegal.
Lì si festeggia coinvolgendo tutta la comunità, ci si veste a festa, si mangiano cibi tradizionali ed è una giornata di ferie.
Noi che siamo in Italia, cerchiamo di festeggiare come possiamo, ma, purtroppo, non come vogliamo, perché c’è chi lavora il Giorno della festa e non può prendere ferie.

La giornata di Tabaski di un senegalese in Italia inizia la mattina (se non lavora): si sveglia, fa la doccia, poi la colazione, mette i nuovi vestiti arrivati dal Senegal, quindi va alla  moschea per assistere alla preghiera.

Chi, come me, vive a Roma, cerca di andare alla grande moschea oppure a piazza Vittorio per la grande preghiera. Alla grande Moschea di Roma si può pregare in tre turni: 9-10-11. Lí si sono organizzati per fare pregare tutti perché ci sono tante persone che arrivano anche da fuori città. Al Pigneto, quartiere di Roma dove vive la maggior parte della comunità Senegalese, c’è una piccola moschea, ma troppo piccola per ricevere tante persone. Chi vuole sentire un po’ l’atmosfera della festa, ci va per vedere amici e mangiare nei ristoranti senegalesi che sono li.
Dopo la preghiera, chi vive con tanti compaesani torna a casa per cucinare e passare la giornata insieme, ma a volte ci sono anche spettacoli di qualche nostro artista. Soprattutto, però, chiamiamo la famiglia per sapere come stanno festeggiando, magari anche grazie al nostro aiuto. La prima cosa a cui pensiamo da qui in Italia, infatti, è cercare di aiutare chi è giù in Senegal inviando soldi per comprare il montone e i vestiti. Io ci sono riuscito anche quest’anno velocemente dall’ufficio postale, grazie a MoneyGram.  In pochi minuti, ho fatto e ho mandato il codice a mio fratello. Dopo poco mi hanno chiamato per dirmi che avevano già ricevuto i soldi.

Per ogni Senegalese, quando la famiglia laggiù sta bene anche lui sta bene. Se i familiari stanno male, anche lui sta male. Tanti Modou-Modou ti dicono: “Mi sono sacrificato per fare stare bene la mia famiglia, ecco perché, se loro stanno bene, io sto bene”

SPONSORED CONTENT


MoneyGram è un global provider di servizi innovativi di trasferimento di denaro e servizi di pagamento che mette in contatto famiglie e amici in tutto il mondo, fornendo loro il modo comodo e affidabile di restare connessi per soddisfare necessità economiche quotidiane e di una vita serena. In Italia con Poste Italiane è possibile inviare denaro nel mondo in modo semplice e veloce con il servizio MoneyGram offerto in oltre 12.000 Uffici Postali. Le opzioni di invio disponibili consentono di scegliere i tempi e i costi più indicati alle proprie esigenze.