Ucraina fuori da Eurovision dopo lo scandalo Maruv - Mixità

More19/03/2019Ucraina fuori da Eurovision dopo lo scandalo Maruv

SHARE

Eurovision Song Contest è un’evento musicale molto sentito sia fra gli ucraini che vivono in patria, sia tra quelli che si sono trasferiti all’estero. La partecipazione allo spettacolo canoro li ha sempre riempiti di orgoglio, soprattutto quando Ruslana e Jamala hanno fatto conquistare all’Ucraina il primo posto.Anche quest’anno tutto il paese seguiva le selezioni nazionali in vista della fase finale che nel 2019 si terrà a Tel Aviv (Israele) il prossimo  maggio. Ma… il loro risultato è stato inaspettato e avvolto da numerosi scandali.

Una vincitrice scandalosa

Le selezioni per rappresentare l’Ucraina sono state vinte dalla 27enne Anna Korsun, più nota con il nome d’arte Maruv. Subito dopo il concorso si sono sollevati diverse discussioni. Si parlava della performance del gruppo di ballo, del testo della canzone, del futuro tour della cantante in Russia e di un’esibizione tutt’ altro che casta. Si è scoperto inoltre che il proprietario della canzone “Siren Song”, con cui Maruv ha vinto, è la Warner Music Russia. Ciò significa che una percentuale di tutti i profitti finirà in Russia …

Cosa ne pensano gli ucraini all’estero

Secondo le regole del concorso, non è possibile televotare per un concorrente dal territorio del Paese che rappresenta. Cosi la diaspora ha una grande importanza. Si stima che all’estero vivono circa 5 milioni di ucraini. Il loro voto potrebb, quindi, fare davvero la differenza.

Su Facebook abbiamo chiesto agli ucraini in Italia cosa ne pensano di Maruv. Una donna ucraina potrebbe essere orgogliosa della rappresentante dell’Ucraina a Eurovision? Si vanterà della sua performance davanti agli amici italiani?

La stragrande numero dei commenti era negativa. Ivanna Petryna non la voterebbe, perché non la trova idonea: “Rappresentare il proprio paese è una responsabilità”. Vira Kasper è categorica: “Non la voglio né guardare né ascoltare”. Solo pochi commenti approvavano la cantante, come Olga Shynkarenko, che ha scritto: “Io la voterei e anche i miei amici italiani lo farebbero”.

Le opinioni di alcuni utenti hanno tenuto conto di altri aspetti della performance. Ksenia Ptitsa scrive che avrebbe votato per Maruv, già solo perché è una sua connazionale. “Lei è moderna e sexy! Non sono una sua fan, ma i bookmaker l’avevano posizionata al 5 posto. Maruv aveva una chance di arrivare in finale”. Maryana Lakh invita a conoscere meglio Maruv: “Lei è Lady Gaga ucraina”.

Amaro in bocca

Dopo tanti discussioni, l’Ucraina ha scelto di non partecipare all’Eurovision Song Contest 2019 a causa del rifiuto di Maruv di sottoscrivere il contratto di partecipazione. La cantante lo ha trovato limitativo della sua libertà e si lamentava dell’assenza di sostegno economico. L’emittente nazionale ha chiesto ai secondi e ai terzi classificati se volessero partecipare al suo posto, ma entrambi hanno rifiutato per mancanza di fondi.

Questa storia ha lasciato l’amaro nella bocca a tutti. Agli ucraini non rimane l’altro che trovare un’altro cantante favorito. Ma soprattutto la televisione nazionale ucraina UA:PBC, che ha preso in carico la responsabilità dell’accaduto, dovrebbe rendere le regole di partecipazione alla selezione più chiare e trasparenti.


Marianna Soronevych

Sociologa e Giornalista