Fortuna – Mixità

More03/04/2019Fortuna

SHARE

La fortuna di nascere in Europa non la conosci se non conosci la sfortuna di nascere in Africa, perché purtroppo la buona sorte si conosce anche tramite la sventura del prossimo.
Ho il ricordo nitido di mio nonno, il ricordo di un signore in sedia a rotelle e di un bambino, io, che pensava fossero motivi che i piccoli non possono conoscere quelli che tenevano mio nonno incollato ad una sedia sull’uscio di casa.
Poi crescendo scopri che tuo nonno era semplicemente caduto rompendosi una rotula, un trauma curabile, risolvibile se fosse nato altrove, ma purtroppo lì dov’era nato questo incidente gli è costato per vent’anni, fino alla fine dei suoi giorni, la libertà di camminare, correre e pedalare.
In un piccolo villaggio sull’atlante invece, scopro che una percentuale troppo alta di abitanti è non vedente, dunque chiedo il perché, ma sembra che qui nessuno si sia mai posto la domanda, forse perché non sanno che nel posto da cui vengo io non è normale diventare ciechi durante il corso della vita.
Sulle strade di Khartum invece, una giovane ragazza porta su tutto il corpo i segni di una malattia della pelle, una forma di psoriasi che le sfregia i lineamenti, conosco bene quelle macchie, sono le stesse che avevo anche io e che ho curato, qui invece hanno divorato il futuro di una donna.
Allora mi rendo conto che la fortuna può essere anche solo la capacità di farsi delle domande perché siamo a conoscenza di realtà diverse, la fortuna può essere avere la possibilità di cercare il perché delle proprie sfortune, avere un’opinione, esprimere un parere e non avere paura.
Oppure, a volte, nella fortuna ci nasci e basta, e proprio come chi nasce nel posto sbagliato e non lo sa, tu sei sempre stato un ragazzo fortunato e non te ne sei mai accorto.


Youssef El Hirnou

Travel blogger e scrittore

Related Content